Tag

, , , ,

Oggi voglio sfatare il mito di chi ritiene che, vivendo in città, non ha la possibilità di fare vita all’aria aperta, godersi qualche scorcio di verde, cogliere un fiore e rilassarsi in un prato.

Certo, i parchi di Milano non saranno paragonabili al Central Park di New York, questo è vero, ma qualche opportunità interessante la offrono, a chi vuole coglierla.

Tra aperitivi nei chioschi, che offrono anche spunti musicali interessanti, gruppi sportivi che corrono all’aria aperta, mercati agricoli, qualche scatto fotografico (a chi piace) non ci facciamo mancare nulla.

Il picnic organizzato da Orphea, ha dato modo a me e ad Anna più conosciuta in rete come Avvocuoca, di vivere i giardini Idro Montanelli tra Palestro e Porta Venezia in modo originale e rilassato.

Immagine 007

E così’, dopo una giornata di lavoro, abbiamo steso la nostra coperta gialla a quadretti, aperto il  cestino di vimini e, comodamente sdraiate, ci siamo gustate il prato, un po’ di chiacchiere e relax con gli altri invitati. Grazie a Zanzara free grazie ai prodotti naturali della Orphea (http://www.orphea.it/it) abbiamo fatto un picnic in serale, senza schiaffi e gestacci per scacciare le zanzare!

Questi sono i casi un cui qualcuno direbbe “incontri gente e fai cose” e la serata passa piacevolmente!10519667_10204256927572379_298033471_n

L’idea di un bel cestino di vimini con una schiscetta fatta in casa, ancor meglio se con prodotti Kilometro 0 (e i mercati agricoli saranno sicuramente oggetto di una mia prossima visita da inviata), può essere quindi una possibilità per una serata diversa all’aria aperta o una domenica con amici, famiglia, animali.

Beh insomma noi sperimentiamo per voi, presto mi leggerete con altri spunti sull’argomento – vita e food all’aria aperta!

Sonia

Annunci