Tag

, , , , ,

Il bello del viaggiare in giro per il mondo, è la possibilità non solo dell’incontro – confronto con le persone, ma anche con il cibo.

Un’esperienza incredibile è stata una cena al ristorante Fru-K all’interno dell’hotel The Thief a Oslo. Dopo averla provata personalmente,  è possibile dire che da sola vale il viaggio!

L’area è quella di Tjuvholmen. Questa zona si affaccia sul fiordo della città e nel giro di pochi anni ha contribuito a darle un volto nuovo. Architetture diventate un polo d’attrazione per agenzie di comunicazione, gallerie d’arte, locali alla moda, raffinati residence e un hotel. Un ambiente così ben progettato che potreste passare i giorni su questo piccolo lembo di terra.

Potrete passeggiare tra le belle strade pedonali, rimanendo sorpresi da un trampoliere scultura che esce dall’acqua, oppure vi potreste fermare a chiacchierare con i locali che animano un dj set pronto a far festa. Attenti però, perchè tra una strada e l’altra pur non avendo pargoli al seguito, un curatissimo playground con specchio deformante potrebbe farvi tornare bambini. Una passeggiata con gli occhi all’insù, dove anche i trasparenti balconi, potrebbero catturare la vostra attenzione. Classici, contemporanei, bianchi o colorati ognuno di essi costituirà un buono spunto per volerne sapere di più di questo luogo e di dove sta andando questa città.

Per partire varcate la soglia del The Thief. Un ambiente caldo ed elegante, con riflessi che variano dal cioccolato all’oro vi ammalieranno. Prendete l’ascensore per arrivare al rooftop e bere un drink o una birra attendendo l’ora della cena. Rimarrete sorpresi nel guardare la città dall’alto, osservando la vita cittadina. Morbide e grandi sedute accolgono gli ospiti, coccolati non solo da meravigliosi cuscini, ma anche dagli immancabili plaid. Il profumo del mare arriva fin qui, così come una gentile voce che vi ricorderà che ci si può accomodare verso la cena.

DSC_0111 DSC_0114

Si lascia il paesaggio esterno per rientrare verso il ristorante. Un ampio openspace, sappientemete risuddiviso con strutture mobili a mezza altezza. Arredi e complementi d’arredo dalle nuance complementari, dettagli di design dal quale fanno capolino anche le piantane firmate da Diesel per Foscarini.

DSC_0079

Mousse di cipolle e funghi

Lo chef Johan Laursen è in cucina inseme alla sua brigata. Stanno dando vita a quelle emozioni e suggestioni dalle quali sia noi che le nostre papille gustative, scopriremo poi, non potremo mai più dimenticare.

DSC_0081

Pane con anice e miele, servito con burro salato

DSC_0086

Zuppa di creme fraiche, con piselli freschi , ostrica “nascosta” e caviale

DSC_0088

Gambero con broccoli sfilettati e in purea con pancetta e salsa di zenzero servita dallo chef!

DSC_0099

Uova di zucchero con crema al cioccolato

DSC_0093Pronti a ritornarci insieme?

 

Share & Enjoy,

Barbara

Annunci