Tag

, , , , , , ,

Il progetto #osloswap è rientrato alla base. Dopo mesi di preparazione  la  settimana norvegese è volata in un soffio.

Paesaggi, volti, luoghi, incontri e persone hanno contribuito ancora una volta a rendere quest’esperienza di viaggio unica, contagiandoci di un’energia straordinaria.

Ancora una volta lo spirito “Travel & Swap. Viaggiare con stile barattando“, che è giunto alla seconda edizione, ha lasciato il segno. Sono molte le storie, le esperienze e i dettagli da raccontare anche attraverso le foto che vedrete, firmate dal soul photographer Davide Tiezzi.

Cafè de Concert - intevistando Aksel Kolstad

Cafè de Concert – intevistando Aksel Kolstad

Il sole e un leggero soffio di vento ci hanno accompagnato per tutta la durata del soggiorno, quasi non riuscendo a vedere un tramonto. Le lunghissime giornate con circa 18 ore di luce ci hanno permesso di vivere con intensità questo periodo dell’anno, di un popolo che è ben temprato dai rigidi e lunghi inverni.

La natura e la voglia di viverla con i picnic in ogni luogo e in ogni momento, ha contagiato anche noi. L’approccio organizzato e rilassato ci ha dato nuovi spunti di riflessione. La scoperta di nuove aree urbanistiche come l’elegante Tjuvholmen ci ha conquistato mentre gli originali spazi riqualificati di Mathallen e Grunerlokka ci hanno permesso di chiacchierare e capire quanto gli abitanti di Oslo siano aperti e molto social!

DSC_0054 DSC_0231 DSC_0263 DSC_0405

Un invidiabile bilanciamento tra lavoro e vita privata, è percepibile. C’è voglia di stare insieme godendosi le lunghe giornate di tarda primavera ed inizio estate, non solo ritrovandosi nei numerosi locali affacciati sul mare nell’area di Aker Brygge, ma anche semplicemente  dandosi appuntamento sul proprio balcone di casa. Piccoli o grandi che siano, questi spazi, raccontano anch’essi una cultura per il gusto e per il bello.

Bastano due lanterne, dei fiori di campo qualche plaid, dei cuscini per godersi una lunga serata tra amici e un bicchiere di vino.

Abbiamo trovato Oslo una città sicura, visitabile anche a piedi con delle bellissime passeggiate, dove è sempre piacevole provare a perdersi tra le ordinate strade, pur potendo contare su una rete veloce ed efficiente di trasporti pubblici.

Sculture classiche o contemporanee, trasformano la città in una sorta di galleria d’arte all’aperto. Impossibile non darne la caccia fotografica.

DSC_0034 DSC_0042 DSC_0138

Poi se al calar della sera, un languorino vi assale a voi la scelta se gustarvi una cena per capire dove la cucina contemporanea norvegese sta andando, in un ristorante quale il Fru-k all’interno dell’hotel The Thief oppure fare come i locali gustandovi pane e salmone accompagnati da una birra su una delle tante piattaforme in legno.

DSC_0088 DSC_0129 DSC_0438

Inutile dirvi che noi abbiamo testato entrambe!

Ancora tanto c’è da raccontare, per questo vi do’ appuntamento una volta a settimana, per le prossime 6 per scoprire nel dettaglio #osloswap tra scambi di cibo, comunicazione e tanta energia.

Per conoscere dal vivo il progetto e chiacchierare con noi, vi ricordo l’appuntamento del 19 Giugno alle ore 19 da Open – more than books. Sarà una serata dedicata al confronto alla condivisione e alla nascita, chissà di nuovi progetti!

Share & Enjoy,

Barbara

 

Annunci