Tag

, , , , , ,

Una nuova settimana è iniziata. Il lungo week end è appena trascorso, salutando gli amici che ci sono venuti a trovare.

Amo la primavera, perchè fioccano le richieste di parenti e amici, che vogliono concedersi un piccolo break in quel di Milano.

Inizia per me, quel balletto di allestimento e refresh della casa, tutto speciale. Lenzuola, profumi, asciugamani, tutto made in Givì Lulù, tovagliati e of course, food menù.

Insomma una sorta di piccola festa, di piacere dell’ospitalità, o più semplicemente di quello , che spero rimanga a ricordo come una coccola di stile.

Dalla homedecoration, alla pianificazione delle passeggiate per la nuova Milano da scoprire, alle cene rigorosamente handmade & homemade (qui spunta la mia “salento culture”) il passo è breve.Immagine

Allora pensando e ripensando varie tipologie di menù, ho sperimentato, alcune idee di segnaposto! Così anche una cena per pochi intimi diventa un momento di festa.

Tre idee per allestire, decorare, distinguere e perchè no, da mangiare.

Milano chiama Puglia, ed ecco che la mia creatività fa leva sugli irresistibili tarallini pugliesi, Antonio Fiore alimentare.

Ho fatto delle prove e alla fine ho scelto! Quale delle tre idee, rimane un segreto per pochi, ma a voi il piacere di scatenarvi con le supposizioni! Chissà che prima o poi non sciolga, il grande mistero!ImmagineImmagineImmagine

p.s. un grazie a Marta Villani di Villani Leonello Cork Fabrics, perchè io il tessuto in sughero lo sto sperimentando e testando anche come runner & co. Come da foto!

Share & Enyoj,

Barbara

Annunci