Tag

, , , , , ,

Tarda fugit pigris velox operantibus hora

Lenta volge l’ora ai pigri, celere per chi lavora.

DSC_0088

Avendo la fortuna di ristrutturare una casa o di un edificio storico, ci si può imbattere in qualche traccia del passato, come gli architravi in pietra incisi con frasi, o motti in latino. Parallelamente le vicissitudini, mentre costruisci la strada per realizzare il tuo sogno, generano incontri che ti cambiano per sempre la vita.

pigris Collage1

Da questo connubio di cose nasce a Galatina, nel cuore della Grecia salentina, lo studio d’arte Pigris. Ovvero la storia di come Luigi, Rosa e Pigris – il cane trovatello – sono entrati con forza e coraggio nel magico mondo dell’arte.

pigris Collage5

Passeggiando nel grazioso centro storico di questa città, l’attenzione viene catturata da due ante battenti e aperte verso l’esterno della strada, come fossero già un invito ad un abbraccio. Quello con il mondo della creatività, della ricerca, del connubio tra passato e sperimentazione futura.

Luigi e Rosa condividono in questo spazio espositivo un grande progetto di recupero e valorizzazione dell’antica tecnica della ceramica e della scultura in chiave contemporanea.pigris Collage2

Un lavoro di sintesi che si esprime attraverso linee essenziali e di pochi colori, il tutto capace di racchiudere in sé la forza di un sorriso e lo spunto alla riflessione. Il rispetto per il territorio, la cultura e l’ambiente sono alcuni degli elementi centrali della trasformazione del loro pensiero in forma materica.

Diverse sono le opere delle quali ci si può innamorare, in ognuna di esse noi possiamo demandare il compito di ricordarci il nostro vissuto.

pigris Collage3

Ho amato la tridimensionalità dei claypaper, dal tratto fumettistico, rafforzato dal black & white capaci di diventare un complemento d’arredo che racconta la storia di un territorio, ma in chiave moderna; sono rimasta incantata dal quadro texture, che mi ha riportato alla memoria il design moresco, in fondo i Turchi sono passati anche da qui; ed infine nonostante la mia personale passione per i bianchi, le piastrelle con le foglie/faccine colorate mi hanno conquistato, creando un sorriso indelebile nel mio cuore.

E se vi state chiedendo, dov’è Pigris, il cane mascotte, che prende il nome dalla famosa frase incisa, su quell’architrave di recupero e che dà il nome allo Studio d’arte…. è quello che vedete rappresentato in ordine sparso all’interno delle opere!

Pronti a partire e a conoscere il vero salento?pigris Collage4

Share & enjoy

Barbara

p.s. Un grazie di cuore e speciale a Luigi e Rosa per tutto il tempo e la pazienza che ci hanno dedicato!

Annunci