Tag

, , , , , ,

Tempere, colori ad olio, tratto deciso, volti che attraverso lo sguardo ti portano nella loro terra. Il viaggio virtuale inizia.

Come spesso accade non sempre è necessario muoversi. E così è stato per me guardando e rimanendo affascinata da queste tele.

Il mio viaggio in Australia tra l’ immaginario e il racconto inizia cosi.DSC_0002

Lei, l’artista inizia a sperimentarsi appena cinque anni fa, dopo quelli trascorsi nell’insegnamento delle lingue straniere. Di indole timida ma sguardo vivace e curioso, i suoi quadri esprimono  pienamente quello che la parola non dice. Energia, grinta, dinamismo e voglia di scoprire.

Rimango affascinata da questa donna, perchè la pittura è una tecnica e strumento espressivo che mi affascina e nella quale non mi sono mai cimentata e lei la fa propria con forza e decisione.DSC_0003

Niente paesaggi o nature morte (che io non amo) lei va giù decisa dritta al punto, facendoti cadere in una sindrome di Stendhal semplicemente guardando l’aborigeno o la donna australiana.

DSC_0020

Ammirando questi dipinti senti la sabbia del deserto che si alza al vento, il sole che ti tende la pelle e la gola comincia a farsi secca. Entri in uno stato di pace e viaggio mentale che solo la sua voce fresca e frizzante ti fa risvegliare, con un ringraziamento per aver partecipato alla sua prima collettiva.

DSC_0023

Nell’attesa di incantarci dalla sua prossima, magari personale, tra racconti e dipinti di viaggio, emozioni e qualche prosecco, auguro a Giusy di continuare su questa strada. La strada della curiosità e della sperimentazione, diventando per me e tanti altri esempio quotidiano di donna capace di mettersi in gioco senza paura.

DSC_0018DSC_0029Ancora una volta un grandissimo

Share & Enjoy,

Barbara

Annunci