Tag

, , , , , , , , ,

Ci sono abitudini, modi di fare o di dire che solo il visitatore curioso può cogliere in un luogo durante il proprio viaggio.

Nasce così da una riflessione, che a suo tempo, cari amici mi avevano portato in evidenza. Ovvero la ciclicità dei piatti a tavola nel Salento. Non paga di quello che i miei occhi vedevano, le mie orecchie ascoltavano e il mio olfatto teneva a memoria, di cibi e ingredienti cucinati con maestria e lentezza, decido di saperne di più. Scovo un libro della Newton & Compton Editori, dedicato alla cucina pugliese, e neanche a farlo apposta c’è un capitolo non solo sui piatti tradizionali pugliesi durante il periodo delle feste, ma udite udite anche durante la settimana.

I miei amici avevano ragione. Un’osservazione perfetta. Il menù a tavola è già definito, per consuetudine dal Lunedì alla Domenica (oggi non è proprio più così) e se vogliamo ha anche un suo perché a livello nutrizionale. Ma non mi addentro in materie a me non pertinenti. Oggi è venerdì e il menù dei contadini prevede da tradizione fave e cicoria – frittata e frutta.

DSC_0010

Non intendendo riprendere la ricetta tradizionale, ma traendo solo ispirazione, mi sono lasciata ammaliare dal piatto del venerdì.  Il risultato è stato fantastico. Sono partita dall’ingrediente base, le fave secche già decorticate, lasciandomi poi ispirare da altri ingredienti come peperoni arrosto e yogurt e alla loro relativa composizione.

Volete rivivere anche voi i profumi e i sapori di questa ricetta?

Procedete così per 2 persone, magari mettendo come sottofondo i SUD SOUND SYSTEM per entrare nello spirito salentino!

  • 130 gr fave secche decorticate
  • 2 peperoni grigliati in vetro Valgri*
  • 1 vasetto di yogurt
  • 1/2 cipolla bianca piccola
  • 2 foglie di alloro
  • brodo granulare vegetale
  • olio e sale

ingredienti

Il procedimento è semplice. Mettete in ammollo le fave per una notte. Trascorso questo tempo, quando il sole è quasi alto (si spera!) risciacquatele. Nel mentre preparate un trito di cipolla, lasciatela dorare in una pentola con un filo d’olio, versare le fave e rimestare.  Aggiungere 750 ml di acqua, un po’ di sale, le foglie d’alloro, una punta di cucchiaino di brodo granulare vegetale e lasciar cuocere.

versare

wip

Io utilizzo la pentola a pressione e in 15 minuti la cottura è fatta. Diversamente penso ci vorranno almeno 3/4 d’ora. Verificate con l’assaggio!

Mentre la cottura fa il suo corso, frullate i peperoni regolandoli di sale, ottenendo così una crema omogenea.

A cottura ultimata, le fave avranno l’aspetto di una purea. Versate nel piatto e decorate facendo scivolare utilizzando un cucchiaio la crema di peperoni e poi con un cucchiaino quella di yogurt. Otterrete così dei pois di varie dimensioni. Guarnite con un filo d’olio e gustate!DSC_0009

Mypugliaexperience FOOD è servita! E se poi vi vien voglia di partire, piccola news: è uscita  la prima guida Puglia & Basilicata della Lonely Planet!

Share & Enjoy,

Barbara

*se volete l’estate che non arriva, se volete inebriarvi di gusto e profumo senza scottarvi le mani, se volete la vita facile ma senza rinunciare al gusto!

Annunci