Tag

, , , , ,

Oggi vi vorrei parlare delle banche etiche.

Una banca etica di fatto offre ai suoi clienti gli stessi prodotti che vengono offerti da una banca tradizionale ma a differenza della banca tradizionale, i capitali raccolti vengono investiti in specifici progetti con scopi sociali.

I tassi di interesse applicati, sono particolarmente favorevoli e sostenibili da chi ottiene il finanziamento.
Istituzioni finanziarie di questo tipo hanno spesso come scopo quello di finanziare iniziative atte a favorire lo sviluppo di un’economia territoriale supportando iniziative imprenditoriali. La selezione dei progetti finanziabili, avviene sulla base di criteri di responsabilità sociale ed ambientale. In quest’ottica l’investimento è un servizio alla comunità e non semplice speculazione individuale.


L’attività di queste banche si basa sul principio della trasparenza verso l’investitore ovvero chi deposita denaro. La banca infatti rende noti quali sono i settori nei quali non intende investire i propri capitali, ad esempio il settore degli armamenti o attività inquinanti. Inoltre, il cliente può scegliere come verranno investiti i propri risparmi selezionando tra settori o attività specifiche in determinate aree territoriali. Ovviamente il profitto di queste istituzioni è ben inferiore di quello delle banche tradizionali ma non nullo.

I profitti della banca vengono reimpiegati nel finanziamento di altri progetti.
Qualcuno di voi potrebbe pensare che la banca proprio per la natura della sua attività non può dirsi etica. E’difficile credere che esistano banche “buone”, tuttavia dovremmo chiederci: di fronte alle varie proposte di investimento dei nostri risparmi, non vale forse la pena di scegliere di affidarci alle istituzioni che ci permettono di sapere come verranno investiti i nostri capitali e di cui condividiamo i principi?
Vi lascio l’allegra ricetta di una profumata quiche di piselli
Buona settimana!


Ingredienti:
un rotolo di pasta brisée
200 gr di pisellini freschi o surgelati
100 gr di ricotta
200 ml di panna fresca
2 uova
15/20 foglioline di basilico
Noce moscata, sale , pepe

Scottate i pisellini in acqua bollente per un minuto. Scolateli e passateli sotto l’acqua fredda.
Frullate il basilico con la ricotta. Mescolate la panna con le uova, la crema di
ricotta, sale pepe e noce moscata.
Disponete la pasta brisèe in una teglia e bucherellatela. Versate nella teglia i piselli, il composto di uova e ricotta e cuocete in forno già caldo a 180 gradi
per 30 minuti.


Una volta intiepidita, potete guarnire la vostra quiche con foglie di basilico e
pancetta che avrete fatto dorare in una padella antiaderente.

Buon fine settimana dalla vostra Manu Manu di Food & Finance

Annunci